Carta Bianca- Puntata #4

Siamo al quarto appuntamento con Carta Bianca, che magari troverete disorganico rispetto ai passati, ma d’altro canto la settimana cestistica ultima trascorsa si presta particolarmente al pensiero libero. 

Cominciamo col “Caso della settimana” della Trieste Cestistica, lo stop obbligato a Ezio Giust: la mia opinione, altissima, sull’uomo l’ho più volte espressa anche pubblicamente, il mio rispetto non cambia, anzi è avvalorato dai contrasti che posso aver avuto con lui nella mia indegna carriera da giocatore; sinceramente mi dispiace che la fine della sua carriera federale, perché sono sicurissimo che continuerà ad arbitrare il mondo non tesserati (per fortuna), rimanga lordata da giochini politici e mancanze di rispetto: ma se in questa storia di incapaci messi al volante, di sciacalli che cavalcano l’onda e di qualunquisti con in canna la polemica facile, c’è qualcuno che ne esce alla stragrande, quel qualcuno è Ezio Giust. 

 In un mondo ideale, come ha scritto coach Lele Bassi,  l’unico a meritarsi di porre fine alla carriera di Ezio Giust era Ezio Giust: così non è stato, autogol epico ma per  parafrasare Gianmaria Volontè, Ramon Rojo nell’immortale “Per un pugno di dollari”: quando un uomo con buonsenso incontra un uomo col regolamento, l’uomo con buonsenso è un uomo morto.

Secondo grande argomento della settimana cestistica giuliana è il caso scommesse: Per i meno informati, non si tratta di Crotta e Cigliani che vendono una partita del Breg per una cassa di pregiata Indian Pale Ale, né di una gara a chi segna il canestro più assurdo usando i muri bensì del fulmine a ciel sereno che martedì mattina ha colpito le pagine Facebook di tutte le società triestine, sottoforma di torme di appassionati Filippini, Indonesiani, Cinesi interessatissimi al risultato di un match di Under 20: non è amore per la pallacanestro giovanile, ma la presenza del suddetto match su un sito di scommesse straniero; sul medesimo sito internet troviamo partite di Under 18 Lombarda e altre del campionato under 20 della nostra regione, e la cosa peggiore è che molte vengono aggiornate in tempo reale, e c’è quindi qualcuno che va a vedere la partita per fare gli aggiornamenti..benedetta follia!!

Sono francamente schifato dalla vicenda, e se qualcuno dei miei lettori ha mai scommesso su un campionato giovanile mi faccia una cortesia personale, si sputi in faccia. 

L’ultimo grande evento della settimana per noi “Del Minibasket” è stato lo svolgimento della Convention del 30ennale del circuito PSG. Benedetta Fossobrone !! che ha fatto conoscere i casertani, i triestini, i varesini, i padovani e tutti gli altri “portatori sani di minibasket” : nel bel video realizzato dalla nostra Giovanna Reppi (grazie sempre e comunque) reperibile su Facebook si vedono “reperti storici” e foto più recenti nelle quali si vedono un po’ di capelli bianchi, qualche rotondità in più, ma negli occhi lo stesso fuoco di 30 anni fa, lo stesso che si dovrebbe avere sempre quando si parla di minibasket. Ewwiva il PSG!! 

Alla Prossima. 

2 Condivisioni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità dl sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcun cookie è possibile consultare la Cookie Policy. Accedendo a un qualunque elemento sottostante questo banner si acconsente all'uso dei cookie INFO maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi