Campionato U16 Silver

Quarta giornata di campionato per l’Arcobaleno U16 che affronta la Pallacanestro Trieste. Buon primo tempo giocato dai nostri ragazzi, nonostante qualche disattenzione difensiva; i nostri fanno circolare bene la palla in attacco e trovano buone conclusioni terminando il primo tempo sotto di 10, con il risultato sul 31-41. Al rientro in campo, come già successo nelle scorse partite, i troppi palloni persi uniti alla mancanza di copertura difensiva aprono la strada ai contropiedi degli avversari, che puniscono i nostri più volte raggiungendo facilmente il 42-98 finale. Nelle prossime partite lo staff si augura che TUTTA la squadra metta sul campo quella grinta e quella voglia che solamente in pochi oggi hanno dimostrato.

Arcobaleno-Pallacanestro Trieste 48-92

Arcobaleno: Cociani , Visintin 11, Petralia 2, Bottazzi , Novaro 2, Segrè 23, Viatori , D’Aleo 10, Morel , Vinoni , Busetto

All. Ferrara/Babic

 

Campionato U14 Elite

Ancora un’Azzurra a ( quasi ) 100 all’ora sconfigge una coraggiosa Pasian di Prato di coach De Colle che gioca a viso aperto e che sicuramente migliorerà nel proseguo del loro primo Campionato Elite. Troppo più esperta e veloce la squadra triestina che, con una difesa aggressiva, riesce a convertire costantemente a canestro, seppur con tanti ( troppi…. ) errori gratuiti. Un augurio di pronta guarigione allo sfortunato Serra, vittima di una brutta distorsione ad inizio gara.

Azzurra Trieste – Pasian di Prato  96 – 40  

 Azzurra: Tremul, Germanò 18, Giuressi, Marcon 11, Pussini 16, Cirelli 4, Maiola 12, Foti 10, Serra 2, Bremini 6, Filippo 11, Paiano 6. Coach : Perna – Volpe

 

Campionato U14 Regionale

Prosegue il campionato regionale under 14 per i ragazzi dell’Azzurra A di coach Volpe, che in un doppio impegno casalingo ha avuto la meglio sulle compagini del BASKET TRIESTE e del FALCONSTAR ROSSA.Il primo incontro che andiamo ad esaminare è quello con il BASKET TRIESTE che nel turno infrasettimanale vede i ragazzi di Volpe approcciare la partita con grande determinazione e intensità, tale da non concedere nulla agli avversari che devono contenere un divario tecnico troppo evidente.L’Azzurra infatti parte a 100 all’ora con soluzioni d’attacco ben definite sia in fase di contropiede che a difesa schierata con la sezione lunghi in particolare giornata di grazia,nonchè ben accompagnata dai colleghi velocisti.( primo quarto 33-10).Nel secondo quarto gli azzurri peccano di presunzione e appagati dallo strappo iniziale concedono qualche giocata di troppo agli avversari che riescono a contenere il risultato con un finale di quarto per l’Azzurra  di 21 a 17. Negli spogliatoi coach Volpe evidenzia questa superficialità e invita i ragazzi ad avere più fame di vittoria e non concedere con facilità canestri che con altre avversarie potrebbe essere sinonimo di sconfitta. Il messaggio arriva ben chiaro e i ragazzi nel terzo quarto inseriscono nuovamente la marcia 34 a 4 il terzo quarto. Stessa intensità e determinazione nel quarto quarto con galoppata al centesimo punto per le osannate pizzette da consumare in settimana.

Azzurra A – Basket Trieste 116- 39

Azzurra A: Marsi 14, Mosetti 10, Vercelli 4, Pultio, Giuressi  4, Variola 1, Marcon 26, Galaverna 10, Vaccari 6, GIugovaz 16,Lucchetta 12, Stanojevic 13.

 

Secondo impegno come avversario arriva il Falconstar Rossa che si presenta sornione nell’approccio iniziale della gara forse sorpreso dalla buona intensità messa in campo dai ragazzi di coach Volpe.Gli azzurri infatti mettono in campo una buona intensità in fase difensiva con buoni recuperi e coralità di gioco d’attacco ben distribuiti tra contropiede e difesa schierata. ( primo quarto 20-10). Veleggia però un fondamento di nervosismo che appare nel secondo quarto tra i ragazzi di Volpe che producono buone giocate d’attacco ma fasi di gioco difensivo non ordinato, concedendo agli avversari qualche canestro di facile esecuzione. ( secondo quarto 21-19 per gli azzurri. Negli spogliatoi solito incoraggiamento e richiesta di consapevolezza nei propri mezzi tecnici da coach Volpe, e pronta risposta dei ragazzi al rientro. Terzo quarto sempre a favore  di  Azzurra 28 a 17 che mette in campo una buona intensità difensiva e una più determinata fase d’attacco con contropiedi fulminei dei velocisti. Nell’ultimo quarto stop emotivo dei ragazzi che soffrono una situazione di fisicità non prevista, infatti gli avversari iniziano a presentare situazioni difensive più decise. A farne le spese in uno scontro fortuito il nostro Galaverna che da boxer offeso si accomoda in panchina con una contusione all’occhio degna di Rocky Balboa…. per fortuna niente di grave. La partita si ferma per  un repentino time out dalla panchina, che invita a non innervosirsi per le decisioni arbitrali e per adeguarsi allo standard imposto dall’avversario.

Azzurra A – Falconstar Rossa 78-66

AZZURRA A: Marsi 6, Mosetti 14, Vercelli , Pultio, Giuressi, Variola, Marcon 11, Galaverna 4, Vaccari 3, GIugovaz 20, Lucchetta 14, Stanojevic 6.

 

Terza partita di campionato per l’Azzurra “B” che si trova ad affrontare lo Jadran nella palestra Ervatti. Inizio di partita che difficilmente può essere commentato per gli azzurrini, incapaci a realizzare alcun canestro grazie a una fase offensiva esclusivamente basata su giocate individuali e troppa leggerezza in difesa. Durante il secondo quarto gli ospiti iniziano a capire come poter giocarsi la partita, e nell’ultimo periodo i nostri ragazzi  sono riusciti a esprimere una buona pallacanestro sia in attacco, giocando di squadra, sia in difesa, anche se troppo tardi per poter riuscire a portare a casa il match. Al termine dell’incontro a festeggiare meritatamente è lo Jadran con il punteggio di 78-48, mentre l’Azzurra torna a casa con la consapevolezza che se avesse giocato tutti e quattro i periodi come il secondo e il quarto, avrebbe potuto dar vita a una contesa più combattuta. Da segnalare positivamente l’intensità difensiva di Greco e un Pavan battagliero sotto i tabelloni  contro il lungo avversario.

Jadran – Azzurra”B”  78-48 

Azzurra “B”:Tremul 10, Greco 2, Aliberti 2, Richetti, Costantini 6, Brakovic 15, Pitarresi, Fonda, Deponte 13, Pavan. All.: Spanghero

 

Campionato U13

Il secondo appuntamento dell’anno ci porta ad esordire tra le mura amiche della palestra da Vinci contro l’AIBI Fogliano “Bar al Anzolo”. C’è voglia di giocare da parte dei ragazzi e di riscattare la prestazione non molto convincente della settimana precedente nel derby con l’Azzurra “C”. L’inizio però non è dei più promettenti:  in difesa ci “limitiamo” a controllare i nostri avversari senza riuscire ad “anticipare il loro gioco” e a generare quella pressione da riversare poi in attacco. Giochiamo in modo confusionario e facciamo difficoltà a trovare le giuste spaziature e la via del canestro: la sirena di fine primo quarto ci vede in ritardo di 5 punti, 9 a 14.  Coach Toscano sa però cosa “suggerire” ai suoi ragazzi e cosa ricordare del lavoro che si fa in settimana: al rientro in campo la difesa è “più alta” e comincia a lavorare meglio sulle linee di passaggio e in attacco Jack Variola è una presenza nell’area avversaria finalizzando la manovra d’attacco della squadra. La sirena di metà partita ci fa rientrare negli spogliatoi carichi a mille: 23 pari! Recupero completato. E la sensazione è che la partita sia tutta ancora da giocare.Cresce la consapevolezza nei ragazzi e tante piccole cose riescono con più facilità: il terzo quarto continua sulla falsa riga di come era finito il secondo con un Luca Danic che ritiene sufficiente non aver trovato il canestro per due tempi e mezzo: 5 punti consecutivi ci portano all’ultimo riposo ancora in parità a quota 38.L’ultimo quarto è il frutto del “lavoro” di tutto il team! La nostra sensazione, dalla panchina, è che la prima delle due squadre che riesce a prendere un piccolo vantaggio può vincere. E i ragazzi sembrano leggere il nostro pensiero: Fabbri, reverse da NBA di Ferrante, ancora Danic e Matteo Baichin scavano quel solco vincente che l’AIBI non riesce più a recuperare. Gli ultimi minuti sembrano non finire mai ma un tiro da fuori del capitano Tominez racconta che va bene così: questa volta vince l’Azzurra “A”!Il 52 a 48 finale racconta di una partita vissuta fino alla fine ma solo in parte la gioia dei ragazzi nello spogliatoio a fine partita. Quella è un “loro tesoro” non scritto su nessun referto ma molto più importante!

Azzurra – AIBI Fogliano 52-48

Azzurra: Fabbri 2, Bobicchio 4, Baichin 4, Danic 9, Ferrante 5, Variola 18, Riva de Onestis 1, Sion 3, Tominez 6, Sardo

 

Dopo il turno iniziale di riposo, fa il suo esordio nel campionato U13 l’Azzurra B di Serchen,  e quale miglior test se non il derby con gli agguerriti 2007 di Transi, i quali iniziano la partita mettendo in campo tutta la proverbiale energia propria del loro “Big Coach”. La tensione iniziale dell’esordio attanaglia i più quotati 2006, che sbagliano dei tiri comodi e soffrono la pressione a tutto campo dei loro più giovani avversari. Il primo quarto si chiude così in sostanziale equilibrio, 13-8 per l’Azzurra “B” con Mendolia da un lato e Verzi dall’altro a trascinare le proprie squadre. Nel secondo quarto coach Serchen striglia i suoi e i 2006 iniziano ad aumentare l’intensità difensiva e trovano con maggior continuità la via del canestro. La maggior fisicità dell’Azzurra “B” fa il resto, così si va all’intervallo sul 31-16, in un primo tempo dove, vista la differenza di età, i piccoli di Transi non hanno sicuramente demeritato di fronte a quella che ci si augura sia la vincitrice del proprio girone.

Nel terzo quarto il divario si allunga e i 2006 si scrollano di dosso la tensione iniziale, trovando dei facili contropiedi frutto di una difesa sempre più asfissiante, che mette in seria difficoltà l’Azzurra “C” la quale fatica a trovare facili tiri e subisce la costante pressione della squadra di Serchen. Nell’ultimo quarto c’è spazio per tutti,  e perciò maggior equilibrio fino al punteggio finale di 63-31 che lascia a tutti la sensazione del buon lavoro svolto dallo staff di entrambe le squadre che si son date battaglia e lasciano ben sperare per il futuro. Per i piccoli 2007, da segnalare le ottime prove del duo Verzi-Cossutta, autori di 21 punti in due. Dall’altro lato Balde, Mendolia e Deschman, autore di pregevoli assist, sono state le continue spine nel fianco della difesa di Transi e soci, ma senz’altro la nota positiva per il team di Searchen è stato il mandare a referto 10 giocatori, frutto di un lavoro di squadra in crescita.

Azzurra C – Azzurra B 31 – 63

Azzurra C :  Verzi 11, Pertot 1, Cossutta 10, Marchesi 2, Tessaris 1, Cafagna 2, Miloch 3, Covacich 1

Azzurra B:  Balde 14, Mendolia 18, De Guarini 4, Deschman 11, Modugno 4, Sumbaresi 2, Farrugia 2, Capolino 2, Cattaruzza 4, Colusso 2

 

Campionato U16 Femminile

Le ragazze di Deste escono nuovamente sconfitte al termine di una partita fisica, ma dal risultato mai messo in discussione: questa volta le Tigrotte hanno tenuto testa alle avversarie sia sul piano fisico che tecnico.
Nel primo quarto abbiamo subito l’esuberanza delle avversarie che vantano, nelle loro file, di lunghe. Gioco ancora con pause e soprattutto con momenti di vuoti difensivi. Nonostante ciò le triestine hanno tenuto testa e sono riuscite a vincere l’ultimo quarto con un parziale di 19 a 14. Piccoli miglioramenti si intravedono e lavorando correttamente tutti insieme vedremo dei risultati.

Tigrotte vs Casarsa 48-64

Tigrotte: Zavarella 11, Visintini, Messina 6, Prelz, Bernacchia 2, Arnesano 4, Strissa 10, Tassini, Maniago 4, Masutti, Merkuza 7, Severi 4.

 

Campionato U14 Femminile

Altra bella prestazione delle Tigrotte nel campionato U 14 contro il San Daniele. Le avversarie nulla possono contro le triestine che accelerano in maniera autoritaria dal secondo quarto in poi. È li che si decide il match, che con un bel gioco di squadra, sia in difesa che in fase offensiva si và al riposo grande con 16 punti di vantaggio. Nei rimanenti quarti le Tigrotte continuano a giocare con un buon ritmo e con buone giocate di squadra in contropiede. Buona prestazione di Capitan Messina che chiude la partita con 31 punti segnati.

Tigrotte vs San Daniele 64-37

Tigrotte: Zavarella 3, Visintini 2, Messina 31, Arnesano 2, Cutazzo 4, Tassini 6, Maniago 1, Masutti 8, Merkuza 4, Behar 3, Severi.

 

Campionato U13 Femminile

Ottima vittoria per le Tigrotte u13 ai danni della formazione di Pozzuolo nella seconda giornata di campionato.
Partita in cui le nostre ragazze non lasciano dubbi sul risultato finale già dal primo quarto terminatosi con un parziale di 27 a 2. Il resto della partita è quindi in discesa per le arancio-nere che dominano tutto il match con un corposo distacco senza mai perdere la grinta dei primi minuti.

Tigrotte vs Pozzuolo 84-14

Tigrotte: Iannello 8, Coccoluto, Ianezic 12, Alberti 10, De Santo B. 2, Gnesda 6, De Santo C. 4 , Sansotta 12, Suerz 6, Boico 2, Pirozzi, Visintin 22

22 Condivisioni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità dl sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcun cookie è possibile consultare la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi