Campionato U16 Silver

Altra sconfitta per gli U16 dell’arcobaleno contro il San Vito.
Primi due quarti sostanzialmente giocati alla pari poi, come ormai sta succedendo in ogni partita, il solito “blackout” che permette ai nostri avversari di portarsi sul +20 e chiudere il match a loro favore senza neppure dover faticare. Speriamo, nelle prossime partite, in un cambio a livello mentale per cui potremo permetterci di giocarcela per tutti e quattro i quarti della partita.

Arcobaleno – SanVito 42-63

Arcobaleno: Cociani 2, Visintin 10, Petralia 4, Bottazzi 2, Garbelotto, Novaro 4, Segrè 7, Crevatin 2, Viatori 2, D’aleo 5, Coloni , Vinoni 2.
All. Ferrara/ Babic.

 

Campionato under 15 eccellenza

Buona prestazione dei 2004 contro la Polisigma Zoppola, prima partita di un piccolo tour de force che si estenderà su sette giorni: saranno ben 4 incontri ravvicinati per i ragazzi di Ponga e Cernivani. Contro la formazione pordenonese gli azzurrini partono con la giusta concentrazione e già nei primi minuti, di fatto, sono stati in grado di chiudere il match. Nei primi venti minuti un’ottima circolazione di palla contro le difese a zona di Zoppola permette la realizzazione di canestri facili, tutti i ragazzi vanno a bersaglio già nei primi due quarti a dimostrazione di un buon attacco. L’intervallo si apre con un 52 a 23 che sorride ai triestini. Nel terzo quarto solito piccolo calo di concentrazione di Gallo e compagni che vincono il quarto per 15 a 12 senza brillare. Nell’ultimo periodo nuovo break azzurrino che chiude il match sul 85 a 42.
Top scorer Zacchigna a quota 20, in doppia cifra anche Mermoglia, Gallo e Dolcetti. Buono anche l’impatto al match da parte di Nazzaro che con due bombe consecutive propizia subito un importante vantaggio.

Azzurra – Polisigma Zoppola 85 – 42

Azzurra: Suerz 6, Covi NE, Nazzaro 8, Mermoglia 14, Gregori 4, Dolcetti 10, Vlacci 4, Gallo 13, Fonda 6, Camporeale NE, Zacchigna 20 All.: Ponga – Cernivani

 

Campionato U15 Silver

Quarto capitolo di questa stagione per i nostri atleti in casa contro lo Jadran.
Partita tirata fin dalle prime battute di gioco, ma si sa, ogni partita è difficile e bisogna giocarla dal primo all’ultimo secondo, perché capita che sia proprio quel secondo l’attimo decisivo: perdere di un solo punto in casa con un canestro allo scadere dopo due tempi supplementari “fa male” e brucia. Questa sconfitta indubbiamente ridimensionerà gli azzurrini che dovranno lavorare ancora più duramente negli allenamenti settimanali.
Partita combattuta passaggio dopo passaggio, rimbalzo dopo rimbalzo. Lanciarsi e buttarsi su ogni pallone vagante, questo è quello che abbiamo visto dal secondo tempo in poi. Nelle prime due frazioni dell’incontro abbiamo perso troppi palloni, commesso falli stupidi e sprecato tante, troppe occasioni da sotto canestro. Nonostante tutto va bene così, anche queste “batoste” fanno crescere i nostri ragazzi che stanno già pensando al match di mercoledì prossimo in trasferta a Gorizia.

Azzurra 67 – Jadran 68

Azzurra: Zugan 5, Poloni n.e. , Zancotti n.e. , Petronio 13, Parovel, Cigotti 2, Arena 12, Pulito 11, Moscolin 2, Piattelli 7, Dmitrovic 2, Lo Duca 13. Staff : Di Sopra – Serschen – Lo Duca

 

Campionato U14 elite

Brutto passo indietro questa prestazione dei i triestini che giocano il proprio basket solo per 8 minuti del terzo quarto. Tuttavia questo basta per portare a casa 2 punti, anche se le situazioni di gioco, offensive e difensive, preoccupano non po’ il coaching staff in ottica futura. Un ringraziamento speciale alle famiglie degli amici di Gemona per l’apprezzato terzo tempo a fine partita.

Gemona – Azzurra Trieste : 53 – 69 ( 21-18 ; 9-9 ; 14-23 ; 9-14 )

Azzurra: Vercelli, Germanò, Vaccari, Cirelli 4, Maiola 10, Deschmann 2, Lucchetta 8, Foti 7, Bremini 10, Filippo 10, Paiano 8.
Coach : Perna – Volpe
…..era nell’aria e puntualmente è arrivata la prima sconfitta stagionale. Ciò che dispiace di più è l’assenza di reazione ai problemi tattici presentatisi. Molti sono stati gli errori di tiri facili e aperti (per non parlare dei tiri liberi…), la difesa è stata poco aggressiva e i ragazzi hanno perciò subito gli avversari su entrambe le metà del campo. Gran bagno di umiltà per tutta la squadra che deve ritrovare, prima di tutto in allenamento, le proprie certezze.

Maniago – Azzurra Trieste : 57 – 29 ( 11-2 ; 18-9 ; 17-5 ; 11-13 )

Azzurra : Germanò, Brakovic, Maiola 2, Deschmann 3, Lucchetta 4, Serra 2, Deponte 2, Bremini 4, Filippo, Paiano 12.
Coach : Perna – Volpe

 

 

Campionato U13 

Va in scena, tra le mura amiche della palestra da Vinci, un altro derby tra squadre di Azzurra che il nostro girone di U13 ci riserva in questa prima fase di campionato: a scendere in campo, agli ordini del signor Petrei, i ragazzi di  Azzurra “B” e di Azzurra “A”. Un match dai diversi significati per le due squadre e fortemente segnato dal risultato del primo quarto di gioco.

Coach Serschen parte con Torrente, Deschmann, capitan Balde, Mendolia e il “centro” Sumberesi; dall’altra parte coach Toscano schiera Fabbri, Matteo Baichin, Luca Danic, Variola e Tominez. Prime fasi del match equilibrate: apre le danze un bel canestro di Erik Deschmann a cui risponde subito Jack Variola: 2 su 2 dalla linea della carità e squadre in perfetta parità.

Resterà questo l’unico punto “di contatto” tra le due squadre. 5 punti consecutivi di Matteo Balde e 4 di Guido Mendolia scavano il primo solco e indirizzano il quarto e la partita. I ragazzi di Azzurra “B” difendono coralmente, “aggressivi” fin sul primo palleggio degli “amici avversari”: la difesa diventa subito attacco tramutando le tante palle recuperate in efficaci transizioni e veloci  contropiedi. Coach Toscano cerca una “scossa” dalla panchina ma anche chi entra non riesce a trovare soluzioni per “arginare” il gioco degli avversari e “litiga” con il canestro. Con il passare dei minuti Azzurra “B” trova sempre maggior fluidità nel suo gioco mentre i ragazzi di Azzurra “A” “perdono” le proprie sicurezze e i punti di riferimenti: il 31 a 2 del quarto non lascia spazio ad altri commenti.

Inizia una nuova partita soprattutto per Azzurra “A”: resettare tutto e ripartire da 0 a 0. E il messaggio sembra essere arrivato: capitan Tominez suona la carica e i ragazzi di Toscano sembrano mostrare una consapevolezza diversa nell’affrontare il match. Ma i boys di Azzurra “A” hanno certezze “più rodate” e trovano in Ricamo, Modugno e in un precisissimo Alberto Torrente i protagonisti di questo quarto: 21 a 9 il risultato parziale ma il match adesso si gioca su equilibri diversi.

Il riposo fa più bene ad Azzurra “A” che tra le mura dello spogliatoio si “ricompatta” e riparte subito con il piglio giusto e con un Luca Danic “on fire”. Coach Serschen invece ha qualcosa “da ricordare” ai suoi ragazzi in un time out dove il messaggio arriva forte e chiaro (e lo lasciamo a coach e giocatori): il quarto termina 11 a 9 per Azzurra “B”.

L’ultimo tempo racconta di giocate interessanti da parte di Jacopo Salvatori e ancora di Francesco Modugno che chiudono una partita dove Azzurra “B” ha mostrato di riuscire ad esprimere un gioco più “completo e rodato”, fatto di aggressività in difesa e capacità di “attaccare il ferro” con una convinzione importante. Per i ragazzi di Azzurra “A” la possibilità di confrontarsi con compagni “più avanti” per capire ancora meglio quello che serve fare per continuare a migliorare!

Azzurra “B” – Azzurra “A” 77- 21

Azzurra B: Colusso 4, Torrente 7, Farruggia 4, Deschmann 8, Balde 9, Cattaruzza 2, Modugno 11, Mendolia 8, Salvatori 7, Messini  7, Sumberesi 2, Ricamo 8

Azzurra A: Fabbri 1, Bobicchio 1, Baichin, Danic 6, Ferrante, Variola 3, Riva 2, Sion, Tominez 6, Patuanelli, Bellulovich 2, Sardo.

 

Campionato esordienti

Luci e ombre nella trasferta di Monfalcone per l’azzurra C under 13.
In via Badel Powell solita dose di grinta e bel gioco in velocità per Verzì e compagni che subiscono tuttavia la grande fisicità dei padroni di casa concedendo svariati secondi e terzi tiri.
Se questo sta nell’ ordine naturale delle cose, una severa tirata di orecchie arriva da parte dello staff per i troppi palleggi inconcludenti a difesa schierata che hanno portato a perdere molti palloni che, al netto della evidenziata fisicità bisiaca, hanno scavato il solco finale.
È naturale comunque che il campionato dei più grandi presenti ostacoli ostici, proprio per questo bisogna lavorare!!

Falconstar-Azzurra C 55-35

Azzurra C: Miloch 2, Cafagna 1, Covacich D. 5, Marchesi 6, Bottaro, Cappelletta, Verzí 9, Giurgevich 6, Termini 4, Cossutta, Covacich L. 2, Tessaris.

Inizia il campionato esordienti per i nostri 2008, partecipiamo infatti come ogni anno al campionato esordienti con una squadra mista formata dai bambini più “pronti” ad affrontare un campionato di una categoria superiore proveniente dai nostri tre centri Minibasket: Arcobaleno, Tigrotti e Azzurra.
L’esordio è alla scuola Rolli contro la Servolana. L’inizio è proprio come i coach Ponga e Cumbat si aspettavano: i nostri tirano il doppio degli avversari ma litigano con il canestro alto, dall’altra parte invece l’intensità difensiva è altissima e non permette alla Servolana di arrivare al tiro facilmente soprattutto grazie alla difesa di Alessio sul bravo Valli e le tante palle recuperate da Luin. Con il passare dei minuti i nostri prendono le misure anche in attacco e concludono il primo quarto sul +5 soprattutto grazie ai canestri di Messini.
Il secondo quarto, essendo cambiati tutti e 5 i ragazzi in campo, inizia sulla falsa riga dell’inizio del primo quarto: c’è un po’ di difficoltà a trovare il canestro e anche nella difesa c’è qualche sbavatura di troppo. Il time out chiamato da coach Ponga fa’ aumentare l’intensità difensiva e di conseguenza aumenta anche il numero di contropiedi e di tiri facili che grazie a Bernacchia e Roveredo, sugli assist di Colussi, permettono di concludere il 2º tempo in vantaggio con il risultato di 18 a 8.
Con questo tempo i nostri hanno ormai trovato il “ritmo esordienti”: è un susseguirsi di azioni corali e ottime difese che sfocia in un referto in cui compaiono tutti i ragazzi che concludono il match sul 45-15.
Prossimo appuntamento Azzurra C – Ora Basket ore 9:30 in pallone.

Azzurra – Servolana 45 – 15 

Azzurra: Alessio 7, Bernacchia 4, Colussi 5, Dallagiacoma 2, D’Avanzo 2, Donnarumma 2, Leone 5, Luin 4, Messini 6, Rauber 2, Roveredo 4, Verdoglia 2 Coach: Ponga Marco, Cumbat Gabriele

Buona la prima per i ragazzi del 2007 che mostrano subito di che pasta sono fatti mettendo sotto un ottima Barcolana, non in giornata. Partenza col freno a mano per i padroni di casa che giocano contratti il primo periodo forse per l’emozione dell’esordio non rendendo al massimo chiudendo 13 a 6, poi è dal secondo in poi che con aggressività, ritmo e determinazione si è creato il solco. Bravi tutti!!! Ma è e deve essere solo l’inizio.

Azzurra B 62 – Barcolana 24

Azzurra B: Benussi 4, Covacich D.9, Covacich L. 2, Cossutta 14, Cafagna 8, Falcomer, Giurgevich 4, Lops 2, Miloch 5, Zorc 3, Grandi 7, Termini 4. Istr: Massalin

28 Condivisioni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie propri e si riserva di utilizzare anche cookie di terze parti per garantire la funzionalità dl sito e per tenere conto delle scelte di navigazione. Per maggiori dettagli e sapere come negare il consenso a tutti o ad alcun cookie è possibile consultare la Cookie Policy. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi